sformato di quinoa con verza, radicchio rosso e scamorza

Qualche volta non ho tempo per pensare bene a cosa preparare per pranzo o cena, così semplicemente apro il frigo e mi lascio ispirare da cosa c’è.

Vedo la il radicchio, la verza, e ripenso alla quinoa comprata qualche giorno prima perché “non si mai, sempre meglio averla”.

Subito penso che insieme possono creare un piatto buono e completo.

Poi una folgorazione che leggo distrattamente in rete e ci finisce in mezzo anche la scamorza… e ci sta benissimo!

Così alcune i piatti nascono dal nulla, senza ore di studio dietro… ma alla fine sono anche quelli più buoni!

Questo è ottimo devo dire! In più è senza glutine, quindi si adatta anche a chi ha particolari esigenze alimentari.

Se volete renderlo più leggero basta seguire il procedimento ed eliminare la scamorza, ma se lo fate per pranzo direi che si può tenere e sfruttare la versatilità di questo piatto unico.

 

Procedimento:

in una padella dai bordi alti (wok la migliore) fare stufare lo scalogna tritato con un cucchiaio d’olio.

Nel frattempo tagliare a striscioline il radicchio, (io elimino l’anima bianca dalle foglie perché trovo che gli dia un sapore troppo amaro, ma è a discrezione vostra) e le foglie di verza.

Quando lo scalogno è ben dorato aggiungere le verdure tagliate in precedenza, dopo un paio di minuti aggiungere la quinoa accuratamente sciacquata in precedenza, salare e pepare.

Sformato di quinoa in cottura

Dopo 5 minuti di cottura aggiungere io il brodo vegetale e cuocere con coperchio per circa 25 minuti.

Tagliare la scamorza a dadini e aggingere alla quinoa cotta e tolta dal fuoco, ma ancora calda.

Ungere una pirofila con un filo d’olio e spolverare con farina di mais, quindi versare il contenuto della padella.

Spolverare con pecorino o parmigiano e cuocere in forno a 180° per circa 15 min.

sformato di quinoa impiattamento                                                                                      

 

sformato di quinoa uscito dal forno