Siamo arrivati a settembre, per me in modo talmente veloce che delle volte mi fermo a pensare “ma forse ho sbagliato, siamo a giugno!”.

E invece niente, le vacanze estive sono quasi un ricordo e le temperature sono già molto più gradevoli.

Ma settembre è anche il mese in cui ci si rimette in forma dagli sgarri estivi che, almeno per me, sono sempre tanti! In vacanza non ci si può trattenere! (se volete dei consigli per la detox post abbuffate, che va bene in tutte le stagioni, cliccate qui).

Così in queste sera a cena sto cercando di fare il pieno di verdure, e di renderle anche appetitose!

Oggi sono andata a fare un giro nell’orto di mio suocero, è una cosa che adoro, perdermi tra il rumore del vento dentro cerco le verdure che preferisco!

Ho trovato dei bellissimi ciuffi di bietola e non ho resistito… anche perché… più biologica di così!

 

bietola cola nell'orto

 

Visto le belle foglie di queste bietole mi è subito venuto in mente che ripiene sarebbero venute benissimo, così ho pensato di fare questi involti al contrario!

Quindi io ho riempito le bietole con carne e formaggio.

E ho cotto il tutto in una padella piena di pomodorini (a me cotti incasella con un po’ di odori piacciono tantissimo!) anche questi ovviamente colti dall’orto!

 

Procedimento:

lavare le foglie di bietola (servono delle foglie abbastanza grandi) e stenderle sul piano di lavoro, asciutte e aperte.

Stendere sopra una fetta di carne e sopra a questa mezza fetta di sottiletta (se volete una versione ancora più leggera potete usare del caprino, oppure eliminare la parte del formaggio).

A questo punto arrotolare la foglia e usare un stecchino per tenerli chiusi.

involtini di bietola in attesa di cottura

Adesso sistemate sul fuoco una padella con un filo d’olio e versarci dentro i pomodori tagliati a metà (io ho usato datterini e ciliegini).

Aggiungere le spezie che preferite, io in genere uso sale, pepe, ed erbe provenzali.

Quando i pomodori saranno leggermente appassiti mettere gli involtini e cuocere 10 min circa, a seconda dello spessore della carne che avete usato (io consiglio di usare festini molto fini), girandoli di tanto in tanto.

Una volta cotti sono pronti per essere impiantati e soprattutto…mangiati!

Che ne dite?! Fatemi sapere!