La domenica quando ero piccola era il giorno della pasta fatta in casa, tagliatelle o gnocchi.

Ho deciso di riprendere la tradizione e aggiungere qualcosa di mio, così ho pensavo agli gnocchi, in chiave più leggera ed ecco come mi sono venuti in mente gli gnocchi di carote gialle e viola, perché un tocco di colore non stona mai!

Per il condimento potete scegliere quello che preferito, io li ho provati con un pesto di cavolo nero, e vi assicuro che il mix di sapori è eccezionale!

E poi penso a mia nonna…gli stravolta il pesto e gli gnocchi… sarebbe stata una cucina piena di risate la nostra!

 

Procedimento per gli gnocchi:

lavate le carote e grattale per levare la parte più superficiale della “buccia”. Fatele bollire intere per circa 30 min, controllate la morbidezza con una forchetta.

Una volta cotte fatele freddare e tagliatele a tocchettini, schiaccetele con lo schiacciapatate direttamente in una ciotola con la farina.

A questo punto lavorate il tutto con le mani, se necessario aggiungete 40 g di olio di semi, create un composto elastico ed il più possibile omogeneo.

A questo punto dovete in piccole palle l’impasto e creati dei “vermi” lavorando sempre con le mani, tagliate adesso gli gnocchi della dimensione che preferite, ricordatevi che in acqua tendono ad ingrandire per cui non fateli di dimensione troppo elevate.

Io ho preparato due impasti divisi, uno per le carote viole e uno per quelle gialle, nulla vi vitae di mettere tutto insieme.

Fate bollire l’acqua salata e buttate gli gnocchi, basteranno un paio di minuti e verranno a galla: questo il segnale che sono pronti!

Procedimento per il pesto:

mettete in un mixer il cavolo nero precedentemente cotto al vapore, aggiungete olio evo, parmigiano, pinoli, sale e pepe. Frullate il tutto e condite gli gnocchi già messi nel piatto.